Alimenti, la grande riforma ETICHETTE

etichetta_alimentare_leggereDal 13 dicembre 2014, le etichette degli alimenti saranno più chiare e precise nell’informare i consumatori. Le principali novità

La prima novità che salta all’occhio è il titolo del Regolamento stesso che non fa solo riferimento alle etichette ma al concetto di “informazione”, un termine quindi più ampio. Non a caso si prevedono novità anche per i siti che vendono cibi online, i quali dovranno riportare tutte le indicazioni obbligatorie previste per le etichette tranne la data di scadenza o il termine minimo di conservazione. Altro efficace esempio della informazione ai consumatori è la previsione dell’obbligatorietà dell’indicazione degli allergeni anche per gli alimenti somministrati, come avviene nei ristoranti, bar o mense. Come verranno comunicati? Nel menù, con un cartello, a voce? Ancora non è dato sapere e questo è uno dei primi punti dolenti e confusi dell’applicazione concreta del Regolamento 1169.

La comunicazione più chiara degli allergeni è una delle novità più importanti di questa riforma dell’informazione sui cibi. In particolare, si prevede che questi siano enfatizzati nella lista degli ingredienti tramite un colore o un

[Continua a leggere…]

DAL 2 gennaio 2015 anticipati I SALDI in Campania

LIlcalendario dei saldi invernali 2014/2015 è ormai stato reso noto ufficialmente e si può sottolineare come il periodo di promozioni inizierà in moltissime regioni il 5 gennaio con anticipazioni in qualche caso al 2/01.  Venerdì 2 gennaio 2015 è previsto l’inizio inCampania ed in Basilicata  Si ricorda come i negozianti non siano obbligati a saldare la propria merce ed a proporre sconti invernali. Tutti i consumatori dovranno inoltre stare attenti ad alcuni commercianti “furbi” che gonfieranno il prezzo di listino per avere comunque un margine elevato. Quando termineranno invece i saldi dell’inverno 2014/2015I saldi invernali 2015 proseguiranno per circa 3 mesi anche se, in molti casi, alcuni capi di abbigliamento verranno esauriti nelle prime settimane di vendita a prezzi ridotti (per questo motivo è consigliabile utilizzare le prime settimane per fare acquisti ed avere quindi una maggior scelta).  i saldi termineranno il 31 marzo in Campania

Attenzione però i commercianti vicino casa devono esporre il prezzo originario e la scontistica applicata. Attenzione quindi che vengano rispettate le regole. Solo la legalità può riportare miglioria nel nostro territorio [Continua a leggere…]

Poltronesofà, promozione infinita: multa di 500mila € per pubblicità ingannevole

antitrustMezzo milione di euro di multa a Poltronesofà per pubblicità ingannevole (segnalata da Altroconsumo). L’Associazione ha denunciato all’Antitrust, ad aprile scorso, l’ingannevolezza dei messaggi pubblicitari in cui si indica la scadenza delle promozioni usando termini assertivi quali “termina definitivamente domenica” o altre espressioni simili, quando in realtà la data di scadenza delle promozioni verrebbe, di fatto, posticipata di volta in volta.

In particolare, tra ottobre 2013 e aprile 2014 la società Poltronesofà ha diffuso diversi spot pubblicitari, andati in onda sulle emittenti televisive Rai e Mediaset, in cui si prospettava la possibilità di acquistare alcune collezioni di divani a prezzi scontati, con uno sconto fino al 70% su tutta la collezione,  indicando un termine di scadenza particolarmente ravvicinato. In alcuni messaggi pubblicitari è stata anche prospettata la possibilità di acquistare alcuni divani in pronta consegna risparmiando fino a 1000 euro, indicando come termine di validità della promozione i 3 giorni successivi alla diffusione dei messaggi, avvertendo in sequenza che mancavano solo 24 ore, 18 ore, 16 ore alla scadenza della promozione.

[Continua a leggere…]

ANTITRUST: MULTATA RENAULT A SEGUITO DI UNA SEGNALAZIONE DELL’UNC

antitrustL’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha multato per pratica commerciale scorretta Renault S.p.A., a seguito di una denuncia dell’Unione Nazionale Consumatori.

 “La prima concreta applicazione della direttiva sui contratti a distanza ha la nostra firma”, con queste parole Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori , annuncia la multa di 35 mila euro comminata dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato a Renault Italia S.p.A., a seguito di una denuncia dell’associazione.

“Nei mesi scorsi -spiega Raffaele Caracciolo, esperto di Automotive dell’associazione- denunciammo Renault all’Autorità per aver omesso l’informativa sul diritto di recesso, riconosciuta sui contratti a distanza, nella comunicazione commerciale relativa alla vendita online di autoveicoli sul  sito www.dacia.it; in pratica, l’utente soltanto dopo aver concluso l’acquisto e aver versato una caparra di 500 euro aveva finalmente accesso alle ‘Condizioni generali di vendita online veicoli nuovi Dacia da praticare alla clientela’, contenenti le informazioni sul recesso in favore dell’acquirente. Tutto ciò -prosegue l’esperto- è evidentemente una grave violazione del diritto all’informazione del consumatore, principio cardine nei contratti a distanza. Come è noto, infatti, l’articolo 49 del Codice del Consumo prevede che in tempo utile, prima della conclusione di qualsiasi contratto a distanza, il consumatore debba ricevere, tra le altre, le informazioni sull’esistenza del diritto di recesso e sulle modalità  e tempi di restituzione del bene in caso di esercizio del diritto stesso”.

“Come se non bastasse -aggiunge l’esperto- l’azienda chiedeva al consumatore che recedeva un addebito di 5 euro per ogni chilometro percorso dal veicolo in eccesso, rispetto ai 120 chilometri complessivi percorsi dal momento della consegna del veicolo a quello della riconsegna dello stesso. Oggi la multa dell’Antitrust conferma i nostri sospetti di ingannevolezza e dimostra, qualora ce ne fosse bisogno, il valore aggiunto della nuova direttiva (decreto 21/2014) che chiarisce molti aspetti della vendita a distanza, superando gli ostacoli che sinora impedivano di concludere in sicurezza l’acquisto di veicoli sul web“.

Mutui prima casa, GIOVANI COPPIE al via fondo di garanzia da 650 milioni di euro

codice consumo nuovoDipartimento del Tesoro e Associazione bancaria italiana (Abi) hanno firmato il protocollo d’intesa per il nuovo Fondo di garanzia per la casa, previsto dal Decreto Interministeriale del 31 Luglio 2014, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 29 settembre scorso. Il Fondo sostituisce il raggio d’azione del vecchio fondo Giovani Coppie, ora non più attivo, ed è rivolto soprattutto a giovani coppie, giovani lavoratori atipici e famiglie monogenitoriali con figli minori.

“Il Fondo – spiega una nota del Ministero dell’economia e delle finanze – è volto alla concessione di garanzie nella misura massima del 50 per cento della quota capitale di mutui ipotecari, di ammontare non superiore a 250mila euro, per l’acquisto (ovvero l’acquisto con interventi di ristrutturazione e accrescimento di efficienza energetica) di immobili, non di lusso, da adibire ad abitazione principale del mutuatario”. Ha una dotazione finanziaria di circa 650 milioni di euro, che potranno attivare circa 20 miliardi di euro di nuovi finanziamenti e “rappresenta un importante strumento di accesso al credito per la casa a favore dei cittadini, oltre che un immediato impulso alla crescita attraverso il rilancio del settore immobiliare, anche sotto il profilo dell’efficienza energetica”.

[Continua a leggere…]

Bacheca degli associati

il 2014 inizia con incentivi per i cittadini, Il direttivo nazionale ha approvato la possibilità di effettuare iscrizioni per euro 50,00 da valere per due anni . In caso di attività di interesse comune o di particolare rilevanza il direttivo nazionale ci ha autorizzato ad effettuare iscrizioni a quote agevolate

Iscriviti per rimanere aggiornato sulle nostre notizie

Foto Gallery

Archivio

Categorie