Coop ritira praline al cioccolato da 5 supermercati

praline-coopCoop ha ritirato da cinque supermercati alcune confezioni di praline assortite fior fiore a marchio Coop perché dentro le confezioni potrebbero esserci finiti dei pezzettini di plastica. Il richiamo, pubblicato sul sito della Coop e ripreso dalla testata specializzata Il Fatto Alimentare, riguarda le Praline assortite fior fiore 200g, Lotto 4247 con scadenza 31/08/2015.

Come spiega la Coop, “a causa della rottura di uno stampo sulla linea di produzione, esiste una remota possibilità che piccoli frammenti plastici provenienti dall’impianto siano finiti all’interno di alcune confezioni di praline assortite a marchio Coop fior fiore da 200 g. Il lotto coinvolto è il 4247, scadenza 31/08/2015, consegnato solo ad alcuni punti vendita di Coop Centro Italia. Il prodotto è stato già ritirato”.

[Continua a leggere...]

Tasi: prossima scadenza 16 ottobre

TASSASi avvicina la seconda scadenza per il pagamento della Tasi, la tassa sui servizi indivisibili (come la manutenzione stradale e l’illuminazione comunale): è il 16 ottobre, quando scatterà il pagamento della seconda rata per i Comuni che hanno scelto le tre tranche e della prima rata per i Comuni che invece non hanno ancora aggiornato le aliquote. Per farlo sono rimasti una manciata di giorni: le amministrazioni hanno infatti tempo fino al 10 settembre per comunicare al Ministero dell’economia e delle finanze le delibere di approvazione delle aliquote e dei regolamenti della Tasi.
Per i consumatori, c’è il rischio di una stangata e di un ingorgo di pagamenti a dicembre: Ma quali sono le scadenze che punteggiano questa tassa?
Per i Comuni che non hanno deliberato le aliquote entro il 23 maggio, il versamento della prima rata della Tasi è stato posticipato al 16 ottobre, mentre per i Comuni che non decideranno entro il 10 settembre, l’imposta verrà versata in un’unica soluzione entro il 16 dicembre. Il 16 ottobre ci sarà dunque la scadenza per i Comuni nei quali si è deciso di pagare in tre rate, con la prima già versata a giugno, e quella per consentire di pagare la Tasi nei tanti comuni che ancora non hanno aggiornato le aliquote: per farlo le amministrazioni hanno tempo fino al 10 settembre, con pubblicazione entro il 18 settembre, e i contribuenti dovranno così versare una rata entro il 16 ottobre e il saldo entro il 16 dicembre. Se invece il Comune non delibera entro settembre, la Tasi sarà dovuta da tutti con aliquota fissa all’1 per mille e deve esser versata in un’unica soluzione entro il 16 dicembre.

[Continua a leggere...]

Agenzia delle Entrate: non aprite l’email con le “Linee Guida”, è falsa

Una-sede-delle-Agenzia-delle-Entrate_h_partb[1]L’email con “Le Linee Guida” per evitare i controlli legati al redditometro è falsa. L’allegato inoltre contiene un virus che può danneggiare il computer. L’allarme viene dall’Agenzia delle Entrate e riguarda una comunicazione che sta girando con un falso logo dell’Agenzia.

L’email “Le Linee Guida” che sta circolando in queste ore, e che riporta all’interno il logo delle Entrate, è un falso – spiega l’Agenzia delle Entrate –Inoltre il file allegato, in formato word, contiene un virus e, se aperto, può compromettere la sicurezza del computer del destinatario. [Continua a leggere...]

Vacanza Rovinata? sintesi dei rimedi

altVacanze: tempo di riposo per molti ma non per tutti.

 Sul sito www.viaggiaresicuri.it  per scoprire la lista dei luoghi con lo “sconsiglio” della Farnesina.

Sono sempre più numerose le segnalazioni di disservizi subiti dai consumatori nel settore turismo: da bagagli smarriti a voli cancellati, da inadempienze dell’agenzia di viaggio a strutture alberghiere non dotate di tutti i vantaggi indicati sul catalogo.

Se si ha acquistato un pacchetto turistico, in caso di problemi, esiste un protocollo siglato da  Associazioni Consumatori con Astoi  –  Associazione di categoria dei Tour Operator, grazie al quale si può attivare la conciliazione paritetica per la risoluzione della controversia.  Per le controversie transfrontaliere ci si può rivolgere al Centro Europeo Consumatori , telefona allo 06 44238090 o inviare una mail a: info@ecc-netitalia.it

In queste situazioni il consumatore ha diritto ad un risarcimento del danno subito.

Ecco i diritti per chi viaggia in aereo: Regolamento 261/2004/CE : in caso di negato imbarco, di ritardo superiore a 5 ore, di cancellazione del volo o di overbooking, puoi chiedere di essere riprotetto su un altro volo o ottenere il rimborso del biglietto.Convenzione Montreal 28.05.1999:  in caso di distruzione, mancata o ritardata consegna del bagaglio presenta un reclamo alla compagnia aerea.

Ecco i diritti per chi viaggia in treno:Regolamento 1371/2007/CE : in caso di ritardo, cancellazione o perdita della coincidenza la compagnia di trasporto deve provvedere all’adeguata assistenza in termini di pasta e se necessario di provvedere anche al pernottamento, rimborso parziale o totale del biglietto a seconda dei tempi di ritardo.

Ecco i diritti per chi viaggia in autobus:Regolamento (UE) 181/2011 : in caso di ritardo o cancellazione hai diritto ad un’assistenza adeguata (pasti e sistemazione in strutture ricettive), rimborso biglietto.

ECCO UN DECALOGO DI NORME DA RICORDARE ANCHE SI SEMPLICE PRUDENZA [Continua a leggere...]

MUTUI CON TASSI USURA anche le polizze assicurative nel conto:la cassazione li annulla ANCHE DI UFFICIO e scopre gli inghippi

 

banca

La Corte d’Appello di Torino ha riconosciuto che nella verifica del rispetto delle soglie d’usura nei contratti di prestito personale con cessione del quinto dello stipendio o della pensione deve essere considerato anche ilcosto delle polizze assicurative obbligatorie per legge.. Fino al 2009 questi contratti, che di solito vengono sottoscritti dalle fasce più deboli e indebitate della popolazione, avevano sempre un Taeg molto elevato e sempre vicino alla soglia d’usura. In moltissimi casi, includevano nei costi del credito anche i premi dovuti per queste polizze. Stimiamo in almeno un terzo dei contratti conclusi prima del 2009 che sia stata superata la soglia d’usura”.

I giudici torinesi hanno La Corte d’Appello di Torino ha respinto le difese delle società finanziarie che sostenevano che tali costi non potessero essere considerati per la valutazione del rispetto delle soglie d’usura in quanto fino al 2010 non considerati nella rilevazione del tasso medio rilevato dalla Banca d’Italia. E’ stata così confermata la sentenza del tribunale di Alba che condannò Prestitalia S.p.A. a restituire quanto corrisposto dal consumatore alla finanziaria per interessi, spese e commissioni, depurando le rate successive di questi costi.

I mutui con tassi “usurai” possono essere annullati. E’ quanto si legge nella sentenza 350/2013 della Corte di Cassazione: quando tasso di mora, penali e varie spese, (messi tutti insieme) superano il tasso soglia stabilito dalla legge antiusura 108/96, anche i mutui diventano usurai e possono essere annullati con le relative procedure giudiziali bloccate La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 350/2013  oltre a permettere il recupero integrale degli interessi pagati su mutui, leasing e finanziamenti, quando i tassi o le penali superano la soglia di usura, ha recentemente stabilito che il mutuo ipotecario può essere annullato se ricorrono alcuni estremi che lo riportino a superare il tasso d’usura e quindi usufruendo di tutte le possibilità previste dalla Legge 108/96, tra cui la restituzione di tutte le somme versate con l’applicazione del articolo 1815 c.c., richiamato anche dall’art. 644 CP e dell’art. 4 della L108/96 che in sintesi prevedono la nullità della clausola contrattuale. [Continua a leggere...]

Bacheca degli associati

il 2014 inizia con incentivi per i cittadini, Il direttivo nazionale ha approvato la possibilità di effettuare iscrizioni per euro 50,00 da valere per due anni . In caso di attività di interesse comune o di particolare rilevanza il direttivo nazionale ci ha autorizzato ad effettuare iscrizioni a quote agevolate

Iscriviti per rimanere aggiornato sulle nostre notizie

Foto Gallery

Archivio

Categorie