Mutui prima casa, GIOVANI COPPIE al via fondo di garanzia da 650 milioni di euro

codice consumo nuovoDipartimento del Tesoro e Associazione bancaria italiana (Abi) hanno firmato il protocollo d’intesa per il nuovo Fondo di garanzia per la casa, previsto dal Decreto Interministeriale del 31 Luglio 2014, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 29 settembre scorso. Il Fondo sostituisce il raggio d’azione del vecchio fondo Giovani Coppie, ora non più attivo, ed è rivolto soprattutto a giovani coppie, giovani lavoratori atipici e famiglie monogenitoriali con figli minori.

“Il Fondo – spiega una nota del Ministero dell’economia e delle finanze – è volto alla concessione di garanzie nella misura massima del 50 per cento della quota capitale di mutui ipotecari, di ammontare non superiore a 250mila euro, per l’acquisto (ovvero l’acquisto con interventi di ristrutturazione e accrescimento di efficienza energetica) di immobili, non di lusso, da adibire ad abitazione principale del mutuatario”. Ha una dotazione finanziaria di circa 650 milioni di euro, che potranno attivare circa 20 miliardi di euro di nuovi finanziamenti e “rappresenta un importante strumento di accesso al credito per la casa a favore dei cittadini, oltre che un immediato impulso alla crescita attraverso il rilancio del settore immobiliare, anche sotto il profilo dell’efficienza energetica”.

[Continua a leggere...]

Immun’Age, multa dall’Antitrust per claim salutistici non veri

[Continua a leggere...]

Coop ritira praline al cioccolato da 5 supermercati

praline-coopCoop ha ritirato da cinque supermercati alcune confezioni di praline assortite fior fiore a marchio Coop perché dentro le confezioni potrebbero esserci finiti dei pezzettini di plastica. Il richiamo, pubblicato sul sito della Coop e ripreso dalla testata specializzata Il Fatto Alimentare, riguarda le Praline assortite fior fiore 200g, Lotto 4247 con scadenza 31/08/2015.

Come spiega la Coop, “a causa della rottura di uno stampo sulla linea di produzione, esiste una remota possibilità che piccoli frammenti plastici provenienti dall’impianto siano finiti all’interno di alcune confezioni di praline assortite a marchio Coop fior fiore da 200 g. Il lotto coinvolto è il 4247, scadenza 31/08/2015, consegnato solo ad alcuni punti vendita di Coop Centro Italia. Il prodotto è stato già ritirato”.

[Continua a leggere...]

Tasi: prossima scadenza 16 ottobre

TASSASi avvicina la seconda scadenza per il pagamento della Tasi, la tassa sui servizi indivisibili (come la manutenzione stradale e l’illuminazione comunale): è il 16 ottobre, quando scatterà il pagamento della seconda rata per i Comuni che hanno scelto le tre tranche e della prima rata per i Comuni che invece non hanno ancora aggiornato le aliquote. Per farlo sono rimasti una manciata di giorni: le amministrazioni hanno infatti tempo fino al 10 settembre per comunicare al Ministero dell’economia e delle finanze le delibere di approvazione delle aliquote e dei regolamenti della Tasi.
Per i consumatori, c’è il rischio di una stangata e di un ingorgo di pagamenti a dicembre: Ma quali sono le scadenze che punteggiano questa tassa?
Per i Comuni che non hanno deliberato le aliquote entro il 23 maggio, il versamento della prima rata della Tasi è stato posticipato al 16 ottobre, mentre per i Comuni che non decideranno entro il 10 settembre, l’imposta verrà versata in un’unica soluzione entro il 16 dicembre. Il 16 ottobre ci sarà dunque la scadenza per i Comuni nei quali si è deciso di pagare in tre rate, con la prima già versata a giugno, e quella per consentire di pagare la Tasi nei tanti comuni che ancora non hanno aggiornato le aliquote: per farlo le amministrazioni hanno tempo fino al 10 settembre, con pubblicazione entro il 18 settembre, e i contribuenti dovranno così versare una rata entro il 16 ottobre e il saldo entro il 16 dicembre. Se invece il Comune non delibera entro settembre, la Tasi sarà dovuta da tutti con aliquota fissa all’1 per mille e deve esser versata in un’unica soluzione entro il 16 dicembre.

[Continua a leggere...]

Agenzia delle Entrate: non aprite l’email con le “Linee Guida”, è falsa

Una-sede-delle-Agenzia-delle-Entrate_h_partb[1]L’email con “Le Linee Guida” per evitare i controlli legati al redditometro è falsa. L’allegato inoltre contiene un virus che può danneggiare il computer. L’allarme viene dall’Agenzia delle Entrate e riguarda una comunicazione che sta girando con un falso logo dell’Agenzia.

L’email “Le Linee Guida” che sta circolando in queste ore, e che riporta all’interno il logo delle Entrate, è un falso – spiega l’Agenzia delle Entrate –Inoltre il file allegato, in formato word, contiene un virus e, se aperto, può compromettere la sicurezza del computer del destinatario. [Continua a leggere...]

Bacheca degli associati

il 2014 inizia con incentivi per i cittadini, Il direttivo nazionale ha approvato la possibilità di effettuare iscrizioni per euro 50,00 da valere per due anni . In caso di attività di interesse comune o di particolare rilevanza il direttivo nazionale ci ha autorizzato ad effettuare iscrizioni a quote agevolate

Iscriviti per rimanere aggiornato sulle nostre notizie

Foto Gallery

Archivio

Categorie