ATTENZIONE A FALSI SITI ANCHE DALLE PUBBLICITA’

Dalle pagine deepatitei social network a siti truffa il passo è breve. In questi giorni si stanno infatti moltiplicando i casi di utenti/ consumatori truffati su pagine commerciali del tutto simili a quelle ufficiali ma in realtà contraffatte. Le inserzioni pubblicitarie fraudolente compaiono sulle pagine dei più popolari social e traggono facilmente in inganno, dal momento che logo e struttura del sito coincidono perfettamente con quello ufficiale.
“Anche le modalità di registrazione ed acquisto sono perfettamente uguali alle pagine web ufficiali, se non per delle infinitesimali differenze che è davvero difficile percepire”, avverte Fabrizio Premuti, presidente Konsumer Italia. “Tanto per fare un esempio, abbiamo ricevuto la denuncia da parte di una nostra associata che è stata proprio in questi giorni indotta (in questo caso da una pubblicità su Facebook) a compiere una transazione, convinta di stare acquistando sul sito di Timberland Italia. Invece, stando a quanto affermato dalla sua banca, aveva effettuato un pagamento su un sito cinese” [Continua a leggere…]

ANTITRUST SANZIONA IL GRUPPO VOLKSWAGEN PER 5 MILIONI DI EURO PER MANIPOLAZIONE DEL SISTEMA DI CONTROLLO DELLE EMISSIONI INQUINANTI

COMUNICATO STAMPA

La pratica riguarda la commercializzazione sul mercato italiano, a partire dall’anno 2009, di autoveicoli diesel (con codice identificativo EA189 EU 5) la cui omologazione è stata ottenuta attraverso l’utilizzo di un software in grado di alterare artificiosamente il comportamento del veicolo durante i test di banco per il controllo delle emissioni inquinanti. Ciò al fine di fornire un risultato delle emissioni ossidi di azoto (NOx) più basso di quello ottenibile nella modalità che invece si attiva nel normale utilizzo del veicolo su strada.

L’Autorità ha ritenuto tale condotta scorretta ai sensi del Codice del Consumo poiché gravemente contraria agli obblighi di diligenza professionale e idonea, altresì, a falsare in maniera rilevante il comportamento economico dei consumatori, inducendoli ad assumere una scelta di consumo che non avrebbero altrimenti preso qualora consapevoli delle reali caratteristiche dei veicoli acquistati.

L’Autorità ha parimenti ritenuto scorretta  la presenza, in vari cataloghi informativi diffusi dal Gruppo, di specifici green claims e messaggi pubblicitari che attribuiscono al produttore una particolare sensibilità ambientale o una specifica attenzione al livello delle emissioni inquinanti delle proprie autovetture. Secondo l’Antitrust tali messaggi, alla luce di quanto emerso nel corso del procedimento, sono suscettibili di indurre in errore i consumatori, con riferimento alla vocazione ambientale, alla responsabilità sociale rivendicata dal produttore, nonché alle affermazioni del rispetto delle normative vigenti in materia.

Roma, 8 agosto 2016

 

Consigli per guidare sicuri

autoPer garantire l’incolumità di chi viaggia è importante seguire alcuni semplici accorgimenti per una guida sicura:

  • La sicurezza inizia a casa assicurandosi diviaggiare con un veicolo efficiente: ricordatevi di controllare la pressione e l’usura delle gomme, i freni, il funzionamento delle luci, i tergicristalli e l’olio.
  • Attenzione poi a comesistemate i bagagli: ormai è desueto posizionarli sopra il ripiano del bagagliaio, ma rammentiamo a chi continuasse a farlo che è pericolosissimo perché in caso di incidente potrebbero rivelarsi dei veri e propri proiettili impazziti.
  • La cintura di sicurezza, naturalmente, è d’obbligo, ma non dimenticate anche di regolare il poggiatesta: sollevatelo finché il suo bordo superiore non si trova all’altezza del margine superiore della testa ed in modo che la distanza tra la sua superficie e la testa non superi i 10 cm.
  • Prima di partire, poi,evitate pasti abbondanti e difficili da digerire (oltre naturalmente al bando degli alcolici) con il caldo i colpi di sonno sono ancora più frequenti  (le ore più a rischio sono dalle 2 alle 6 e dalle 14 alle 16): appena sentite i primi segni di stanchezza fermatevi, fate soste almeno ogni due ore e scendete per sgranchirvi le gambe.

[Continua a leggere…]

Partiranno il prossimo 2 luglio da Napoli il 7 per la Campania i saldi estivi 2016

 

Ogni anno inizia la sfilata delle date in tutte le regioni d’Italia. In Campania:

thumbnail_526_saldi-20121La Regione Campania  ha stabilito in via anticipata per il capoluogo il 2 luglio ,,per il resto il 7 luglio

Occhio alle truffe però! Molte volte gli articoli esposti come saldati hanno in realtà lo stesso prezzo di prima. È bene quindi, fare prima un giro di perlustrazione e memorizzare i prezzi prima dello sconto. Si eviterà così di comprare qualcosa, credendo di fare un affare, e ritrovarsi una fregatura.
Non farsi prendere dalla frenesia dell’acquisto e dal volere comprare a tutti i costi;
– È bene preferire i saldi di articoli venduti in pochissimi numeri e taglie, che sono quelli più seri e, generalmente, i più convenienti, trattandosi di merce residua di cui il negoziante ha interesse a disfarsi (per esempio, pochi numeri dello stesso tipo di scarpe);
– diffidare di chi apre un saldo dopo una vendita promozionale;
– per i capi di abbigliamento accertarsi che la composizione eventualmente dichiarata nel cartellino d’accompagnamento corrisponda a quella dell’etichetta vera e propria del prodotto;
– non comprare capi d’abbigliamento che non hanno l’etichetta di composizione e preferire quelli che hanno anche l’etichetta di manutenzione, ovvero le istruzioni per il lavaggio o pulitura, che è un riscontro affidabile di quella di composizione;
– preferire i prodotti di marca nota, che nel settore dell’abbigliamento danno più affidamento, ma fare attenzione alla veridicità del marchio esposto, perché vi sono marchi che imitano nelle fattezze o in qualche elemento quelli più noti;
– controllare sempre le taglie quando si tratta di un capo d’abbigliamento a due pezzi, se è venduto a prezzi stracciati e se non è ammessa la prova di indossabilità, poiché potrebbero essere due taglie diverse.Inoltre, è utile sapere che i negozianti:
– sono responsabili del difetto del prodotto ai sensi dell’articolo 132 del Codice del consumo (D. Lvo n. 206/2005), che sia in saldo o che non lo sia;
– sono tenuti a sostituire il prodotto o rimborsare il prezzo ai sensi dell’articolo 130 dello stesso Codice, se c’è difetto grave e non riparabile;
– possono modificare l’operazione di cassa anche nei giorni successivi, in quanto il registratore ha il tasto per evidenziare sullo scontrino “eventuali rimborsi per restituzione di vendite”, come ha previsto l’articolo 8 del decreto ministeriale 30 marzo 1992 e una successiva circolare del ministero delle Finanze del 5 giugno 1992.
Contrariamente a quanto pensano molti consumatori, va invece precisato che i saldi non riguardano necessariamente tutta la merce del negozio, ma quella a saldo deve essere tenuta separata e ben individuabile rispetto a quella di prezzo normale. In questo caso, oltre al prezzo di vendita va indicata la percentuale di sconto, sotto pena della sanzione di 1032 euro, ma nessuna norma prevede un minimo di sconto, che è completamente libero e può essere anche “sottocosto” senza osservare le relative regole.

 I saldi possono essere parziali, ma la merce venduta a prezzi scontati va tenuta ben separata da quella venduta a prezzo pieno.

  • Il cartellino di vendita deve sempre indicare il prezzo iniziale, la percentuale di sconto e il prezzo finale.
  • In caso di prodotto difettoso, seppur venduto a saldo, si può chiedere il cambio, la riparazione o la restituzione del denaro.
  • [Continua a leggere…]

 polizze dormienti: nuovi rimborsi dal 9 maggio al ’1 luglio 2016 sarà possibile presentare domanda

Nuova pcodice consumo nuovoossibilità di rimborso per le polizze dormienti, ovvero quelle polizze vita scadute e andate in prescrizione senza che il beneficiario si sia incaricato, entro i termini prestabiliti (in genere uno o due anni dopo la scadenza del contratto) di incassare quanto gli spettava. Come è noto,  i capitali delle polizze dormienti vengono assegnati al fondo del Ministero dell’Economia senza alcuno informazione dovuta al beneficiario della polizza.

[Continua a leggere…]

Bacheca degli associati

La nostra sezione allarga la sede ed apre con ingresso su strada sempre in Viale della Repubblica 134-Calvizzano
Ha stipulato convenzione, con il CAF e Patronato potranno essere effettuati tutti i servizi relativi a tale centro di assistenza a titolo gratuito nei casi previsti dalla legge,
L'iscrizione all'associazione è sempre pari ad in euro 50,00 da valere per due anni .
Per determinate questioni di rilevanza collettiva il ns direttivo nazionale ha autorizzato l'iscrizione a quote agevolate.
Metteteci alla prova la diversità ed efficienza vi meraviglieranno
Vi attendiamo per ogni problema e soluzione.

Iscriviti per rimanere aggiornato sulle nostre notizie

Foto Gallery

Archivio

Categorie