Il passaporto obbligatorio per i minori

“La legge non consente ignoranza, ma una migliore informazione avrebbe evitato molti disagi”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), riferendosi alla poco pubblicizzata norma, entrata in vigore lo scorso 26 giugno, che obbliga i minori a viaggiare con carta di identità o passaporto individuale.

“In prossimità delle vacanze estive -afferma Dona- giungono ai nostri sportelli numerose segnalazioni di consumatori che, pronti a partire, hanno scoperto la novità soltanto una volta arrivati in aeroporto. Molte famiglie hanno dovuto rimandare le vacanze -aggiunge Dona- alcune non riusciranno più a partire, ma purtroppo non tutti avranno diritto al rimborso”.

“E’ diverso infatti il caso -chiarisce l’avvocato Dona- di chi ha acquistato semplicemente un biglietto aereo da quello di chi ha comprato un pacchetto turistico; nel primo caso non può essere addossata alla compagnia aerea la responsabilità legale per l’omessa comunicazione al momento della prenotazione; se si tratta, invece, di un pacchetto tutto compreso, il Codice del turismo espressamente prevede che le informazioni sui documenti per l’espatrio vengano rilasciate ‘per iscritto’ dal tour operator o dall’agenzia di viaggio al momento dell’acquisto. In questo caso, dunque -conclude Massimiliano Dona- è possibile chiedere il risarcimento al tour operator o all’agenzia di viaggio in cui è stata effettuata la prenotazione”.

Condividi il post

    Speak Your Mind